ORIZZONTI SIMBRUINI, il libro


Dall’incessante scrosciare d’acqua nel fondovalle fino ai silenzi solenni delle alte vette, passando attraverso altopiani punteggiati di fioriture dalla rara bellezza e faggete sconfinate, scrigno di una biodiversità sorprendente. Un appassionante viaggio al ritmo delle stagioni nella natura più autentica dei Monti Simbruini, nell’Appennino centrale, attraverso le immagini e le emozioni di due fotografi legati alle loro montagne in maniera indissolubile.

 
 
I delicati colori del crepuscolo abbracciano la vetta del Monte Cotento - Monti Simbruini
Salamandra perspicillata - Monti Simbruini
 

IL PROGETTO ORIZZONTI SIMBRUINI
Tramutare la passione per la fotografia e l’amore per la natura delle montagne di casa in qualcosa di concreto, così da contribuire localmente alla diffusione di una nuova coscienza collettiva pienamente sensibile ai reali valori del territorio. E’ sulla base di questo ideale che è nato Orizzonti Simbruini, un progetto multimediale completamente indipendente avviato nel 2014, appena poco dopo che proprio sui Monti Simbruini il mio personale percorso aveva portato ad incrociare quello di Francesco Ferrei. Insieme decidemmo di provare a raccontare ad un pubblico quanto più vasto possibile quet’area straordinaria ma ancora tutt’altro che realmente conosciuta, mostrandone il grande pregio naturalistico al di fuori degli schemi ordinari, svelando nello scorrere delle stagioni in primis quei luoghi e quelle specie che più profondamente ne caratterizzano il paesaggio e la biodiversità.
Da sempre abbiamo incentrato questa impegnativa attività di documentazione e divulgazione sull’estetica delle immagini, fortemente convinti che la fotografia naturalistica trovi il suo più nobile compimento proprio se finalizzata alla diffusione della conoscenza. Così, in oltre otto anni di lavoro, grazie ad un’inesauribile passione per queste montagne ed alla continua voglia di scoprirne gli aspetti più integri ed autentici, è stato possibile realizzare un archivio fotografico unico nel suo genere, composto da migliaia di immagini, molte delle quali ritraggono specie rare e scorci inediti. Immagini che, accompagnando nel tempo innumerevoli post, articoli, newsletter e pubblicazioni varie hanno di fatto contribuito ad un sempre crescente interesse nei confronti di queste queste montagne, ponendo l’accento sulle loro eccellenze naturalistiche.

 
Fritillaria montana - Monti SImbruini
Grifone (Gyps fulvus) - Monti Simbruini
 

PERCHE’ REALIZZARE UN LIBRO FOTOGRAFICO ?
A complemento e compimento di questa lunga opera di comunicazione digitale abbiamo voluto affiancare un libro fotografico, un oggetto senza tempo capace più di ogni altro strumento di rendere vividi e tangibili quei frammenti di straordinaria natura raccolti sul campo in tanti anni di esplorazioni e ricerche. Un libro con cui vogliamo trasmettere nella maniera più appassionata e coinvolgente possibile la vera essenza di questo angolo di Appennino e di conseguenza continuare a favorire, attraverso la sua piena conoscenza, la diffusione di una rinnovata consapevolezza.
E’ infatti doveroso ricordare che, nonostante una buona parte di queste montagne risulti protetta oramai da quasi 40 anni da un grande parco naturale, la reale salvaguardia della preziosa biodiversità che esse ospitano è un impegno che resta necessariamente a carico di tutta la collettività che vive e frequenta i Monti Simbruini, nessuno escluso. Rimane quindi essenziale continuare a promuovere in ogni sede un approccio corretto nei confronti del territorio, capace di riconoscerne e rispettarne tutti gli aspetti distintivi, solo così possono pienamente svilupparsi salvaguardia ed una giusta valorizzazione, anche turistica. 
Inoltre ci piace pensare che questo volume, prima ancora di giungere all’attenzione di lontani lettori, possa essere un invito a risvegliare il senso di appartenenza e la meraviglia in tutti coloro che vivono tra queste montagne, a partire dalle generazioni più giovani, le quali ne erediteranno il futuro, invitandole ad osservare con occhi diversi i boschi, le valli ed i crinali che fanno da sfondo alla loro quotidianità, affinché i Monti Simbruini vengano finalmente da tutti considerati per quello che realmente sono, ovvero uno scrigno di ricchezze naturali inestimabili, da proteggere gelosamente e da vivere con piena convinzione di ciò.

 
Giaggiolo della Marsica (Iris marsica) - Monti Simbruini
Scorcio lungo il fiume Aniene - Monti Simbruini
Capriolo (Capreolus capreolus) - Monti Simbruini
 

Dalla prefazione a cura del prof. Giuseppe Bonifazio, documentarista e studioso di tradizioni popolari:

“…Immagini che ci meravigliano per l’assoluta maestria tecnica e per l’intensità poetica con cui rappresentano i nostri monti, così come non li abbiamo visti prima d’ora; stenteremmo perfino a crederli così vicini a noi se non ne riconoscessimo a tratti i familiari profili…”

 
 

CARATTERISTICHE DEL LIBRO

Autori Daniele Frigida & Francesco Ferreri
Dimensioni 28×24 cm
256 pagine
Oltre 200 immagini a colori
Carta fotografica satinata 170 g/m2
Copertina rigida, rilegatura filo-refe
Testi inediti in italiano ed inglese
Editore Quercus Libris
Data di pubblicazione prevista Ottobre 2021

ACQUISTA ORA